Zinco

zinco componente immunigum

Lo Zinco è un minerale presente nell’organismo in piccole quantità ma è un elemento essenziale per oltre duecento enzimi e molte proteine. Lo Zinco si accumula prevalentemente all’interno delle cellule di muscoli, ossa, pelle e fegato e nei capelli, ma è presente anche nei tessuti cerebrali ed è necessario per il corretto funzionamento di ormoni, inclusa l’insulina.

Benefici dello Zinco

Ma a cosa serve lo Zinco? Questo minerale è essenziale per la vita e la salute dell’uomo, grazie alle sue innumerevoli proprietà, infatti, contribuisce: alla normale funzione cognitiva; alla normale sintesi del DNA; alla fertilità e riproduzione; al mantenimento di ossa, unghie, capelli e pelle normali; al mantenimento di normali livelli di testosterone nel sangue; al mantenimento della capacità visiva. Inoltre, tra le principali caratteristiche dello Zinco c’è anche la capacità di contribuire al normale funzionamento del sistema immunitario e alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

Lo zinco gioca un ruolo fondamentale nella corretta funzionalità del sistema immunitario ed è noto come una carenza di zinco abbia conseguenze sul sistema Immunitario. Lo zinco è un minerale coinvolto in numerosi processi biologici nel nostro organismo: è utile per la sintesi di ormoni, tra cui l’insulina, rallenta l’invecchiamento cellulare, sostiene le difese immunitarie, migliora la vista e rinforza la memoria. Inoltre, grazie alla sua potente azione antiossidante, lo zinco è utile a contrastare l’invecchiamento cellulare, proteggendo dall’azione deleteria dei radicali liberi. A livello dell’apparato cutaneo stimola la rigenerazione dell’epidermide e facilita la guarigione di ferite. È quindi indispensabile per la salute della pelle, insieme alla vitamina C, infatti, lo zinco è responsabile della produzione di collagene. Si trova in diverse fonti alimentari: nei cereali, nei legumi, nella frutta secca e semi, nel pesce e nella carne rossa. Alte percentuali di zinco sono contenute nelle ostriche, nel lievito, nel latte, nei funghi, nel cacao, nelle noci, nel tuorlo d’uovo.

È vero che lo zinco protegge dal raffreddore?

Alcuni studi hanno dimostrato che in caso di malnutrizione assumere zinco aiuta ad aumentare i linfociti T, riducendo così la durata e la gravità delle infezioni.

Evidenze scientifiche della carenza di Zinco correllata al Covid:

Lo studio del Dr. Rela del Bharath Institute of Higher Education and Research di Chennai (India) dimostra che un numero significativo di pazienti affetti da Covid-19 avevano carenze di Zinco. Inoltre questi pazienti sviluppavano più complicazioni, tempo prolungato in ospedale e aumento di tasso di mortalità.

zinco componente immunigum
Menu